venerdì 25 novembre 2011

Finita?!?

Siamo a venerdì e, speriamo, che questa settimana finisca il prima possibile.
E' iniziata con il solito lunedìmmerda che tutti vorrebbero evitare...
ore 07:50 esci di casa pronti e felici (?!?) di andare a lavorare e di accompagnare Attiluccio al nido e... ti ritrovi l'auto con una ruota a terra!
Non sto a raccontare quanto è costato (in termini di tempo, di incazzature e di soldi) rimettermi in marcia con la mia bella automobilina... ma da quel momento ho capito che non solo la giornata sarebbe finita peggio dell'inizio, ma l'intera settimana sarebbe stata catastrofica...
BASTA!
Mancano poche ora e la settimana lavorativa è terminata, mancano poche ore e finalmente torno a casa... solo poche ore...
Incrocio le dita!!!

PS: Giusto per non farci mancare niente... Attila si è nuovamente raffreddato. Nemmeno 2 giorni senza starnutire!

mercoledì 9 novembre 2011

Controllo 12° mese


Ieri abbiamo anticipato il controllo mensile, previsto per giovedì, perchè Attiluccio ha deciso che non si vuole separare dalla tosse, che, ormai, gli tiene compagnia da un mese.

Essendo il controllo dei 12 mesi, siamo stati sottoposti ad una serie di domande a raffica da parte della pediatra:
- gattona?
- ha la presa pollice-indice?
- ha i denti? (non hai visto?!?)
- e quanti?
...

Alla fine, controllo peso e altezza:
Peso: 11,200kg
Altezza: 76cm

Dopo aver, per mesi, sentito suggerimenti su una possibile dieta per Attiluccio... mi sono sentita dire
Mmmmmh ma questo mese non ha preso molto?!?

-.-'

Happy B-day!


Lunedì scorso il mio ometto tutto speciale ha compiuto un anno. Dopo settimane che lo abbiamo assillato con la canzoncina "Tanti auguuuuuri a teeee" e domande tipo "quanti anni compie Attila"... è giunto il grande giorno.
Penso che il rammarico più grande che avrò è quello di non aver potuto organizzare un Attila Festa per lui.
Motivo?!?
Economico e organizzativo potrebbero starci bene per pulire un po' la coscienza, ma, in fondo, se avessimo dedicato più energie e risorse, avremmo potuto regalargli una Festa con la "F" gigantesca.
Abbiamo deciso, alla fine, per una cosa più intima, solo con la famiglia in senso stretto (nonne e zii), in due tempi: una organizzata a casa nostra a Bari, l'altra a Roseto.
La prima è andata bene, soprattutto se considero che nel week-end eravamo fuori e che lunedì ho lavorato.
Attiluccio si è divertito molto con gli zii e le cugine. Ha "suonato" la chitarra (non una chitarra giocattolo... ma la MIA chitarra... o quel che resta :D), ha portato in giro il carrellino che ha ricevuto, e fatto 2 conti con il pallottoriere.
Il momento del taglio della torta lui era abbastanza stanco... la candelina l'abbiamo spenta tutti insieme.

PS: La torta? Era una buonissima millefoglie crema e cioccolato, ricoperta di tanta panna! Il soggetto?!? BART!!!

lunedì 31 ottobre 2011

Il mistero del telefonino

Apro un post tecnologicamente "superiore" per poter mettere in luce alcune cattive abitudini che inculchiamo ai nostri picciuli.
Io per prima so che è sbagliatissimo, ma alla fine cedo all'insistenza di Attiluccio.
Oggetto del contenzioso è il telefonino. Piccolo o grande, superaccessoriato o molto light, è, non so il perchè, motivo di grande interesse per i cuccioli d'uomo.
Anche Attila, che di natura è già molto curioso, è attratto da questo oggetto (questi oggetti... avendone a casa più di 2 a testa...).
Cosa combina e, soprattutto come, un mistero. Appena ha il suo oggetto del desiderio, prima lo manipola, girandolo diverse volte e provando a metterlo all'orecchio, poi... sparisce.
Mi è capitato, in diverse occasioni, di ritrovarlo con il simbolo della posta in uscita in evidenza... manda sms e mms (con in allegato le SUE foto)... sempre ad uno stesso numero! Ovviamente ci sarà un motivo, devo solo capire cosa fa... sempre se me lo fa vedere!!!

Nte

Oggi ho fatto NTE! Mi spiego... non ho fatto PONTE, ma nemmeno ho lavorato tutto il giorno... mezza giornata.
Ok, siete autorizzati a prendermi in giro... ma in realtà sei INVIDIOSI, perchè fare NTE non è da tutti, ma solo per pochi eletti :D
Un po' di autoironia ci vuole :D

venerdì 28 ottobre 2011

Pari opportunità?!? Ma quando!!!

Il post di stasera è un messaggio di rabbia e dolore. Si sente parlare in continuazione di "pari opportunità" tra donne e uomini, nella società, a scuola a lavoro.
Niente di più assolutamente falso.
Almeno, quando la donna è anche una mamma le cose, improvvisamente, cambiano.
Fino a quando ero una giovincella single, o comunque non Mommy, ero fiera di essere una donna che, con sacrifici, ha raggiunto o si è avvicinata molto ai suoi obiettivi.
A 18 anni sono andata a vivere lontana da mamma e papà, ho cercato piccoli lavoretti per poter essere indipendente, ho studiato, mi sono laureata, ho trovato, in un periodo non proprio facile per il mondo del lavoro, un posto "fisso", al sud.
Se mi guardo intorno mi rendo conto che, sì sono stata brava. E fino a poco tempo fa ero fiera di quello che avevo costruito in poco tempo.
Poi mi sposo e nasce Attila. Niente di così meraviglioso mi poteva succedere. Quello che avevo ottenuto fino a quel momento era niente in confronto al mio ometto tutto speciale.
Lui è il miracolo che tutti sperano.
In quasi un anno è stata l'unica gioia, l'unico motivo di sorrisi.
Tornare a lavorare, però, non è stato un "dramma" perchè, ingenuamente, immaginavo che tutto si sarebbe svolto come prima, anzi meglio, avendo un motivo in più per essere fiera.
Ma le situazioni cambiano.
Io sono rientrata a lavoro felice di riprendere la mia professione, sapendo che, dalla parte mia e di tutte le donne lavoratrici, avevo leggi di pari opportunità, che incentivavano le donne a non abbandonare il lavoro... niente di più sbagliato.
Un esempio (altrimenti mi prendete per pazza...)... malattia del figlio.
Fino al 3°anno una donna lavoratrice può assentarsi, in modo giustificato, in caso di malattia del figlio. Bene... questo vero, posso rimanere a casa, ma, per il CCNL Metalmeccanico, le giornate di assenza non vengono retribuite... cioè ma siete impazziti o cosa?!?
Tralasciando questo dettaglio (che tanto dettaglio non è...) vogliamo parlare del periodo di allattamento?!?
La domma-mamma ha il dovere di lavorare part-time, in quanto sono previste 2 ore di allattamento al giorno (per chi come la mia categoria lavora full time, 8 ore al giorno dal lunedì al venerdì).
Ho creduto, sempre ingenuamente, che dovendo lavorare 6 ore potevo farmele di fila, dalle 8:00 alle 14:00... la tua risposta Mommy è sbagliata!
Perchè?!? Bhè perchè ti obbligano a fare "qualche ora" anche il pomeriggio. Ciò implica dover effettuare la pausa pranzo e rinunciare (in pratica) ad un'ora della giornata di tuo figlio.
Ok, va bene, c'è "crisi" e tutti (ma dovrebbero essere TUTTI) devono sacrificarsi per poter superare questo periodo.
Poi, però, ti accorgi che, in quelle 6 ore, ti vengono dati incarichi che, normalmente, si possono svolgere in 10 ore.
Mommy si ritrova a fare straordinario (che per legge è vietato) con un piccolo (misero) rimborso spese (non essendo previsto lo straordinario... sempre per legge).
E va bene... si accetta anche questo...
Poi, però, ti fai due conti (giusto due perchè arrivi la sera che impieghi mezz'ora a capire che 1+1 fa 2).
Ci chiedono sacrifici, ci chiedono il tempo, ci chiedono precisione e puntualità... ma non ci prendete in giro con la storia delle pari opportunità, perchè è semplicemente una bufala.


venerdì 7 ottobre 2011

Quando i figli crescono...

Oggi il mio ometto tutto speciale compie 11 mesi. Iniziamo il countdown verso l'anno!!! Vorrei regalargli una bella festa, con gli amici che ci sono stati vicini in questi mesi, con i parenti, con chi gli vuole bene.
Lo so che difficilmente ricorderà il suo primo compleanno, ma sento di dovergli una festa, che, in qualche modo, possa compensare i mancati festeggiamenti e rimpatriate, da Natale al Battesimo, a Pasqua...
E qui nasce il primo problema... dove? come? non so proprio da dove iniziare!!!
Si accettano suggerimenti e aiuti di qualsiasi tipo!!!
Nel frattempo... che mi combina Attiluccio?!?
Proprio stamattina, giorno del suo 11° mesiversario, mi ha lasciato senza fiato, totalmente allibita.
Eccoci qua, come tutte le mattine all'asilo. Ad attenderlo nell'atrio c'è la Direttrice.
Appena la vede inizia con i suoi gridolini, è felice di vederla e le salta addosso!
Entrati lo mette a terra, in piedi. Sente la musica che proviene dalla sua aula e, senza alcun accenno nei miei riguardi, come l'omino pan di Zenzero di Shrek, se ne va dai suoi amichetti.
Attila... ATTILAAAAA CIAO MAMMA VA VIA...
Si gira, mi guarda e continua per la sua strada!!!

Benvenuto!!!

Benvenuto al Piccolo Ruzzolino!!!
Non vedo l'ora di vederti!!! :D

mercoledì 5 ottobre 2011

Io sto con Wikipedia!

Io sto con Wikipedia!Wikipedia
Sto con chi, senza alcun interesse personale, ogni giorno si muove per far conoscere.
Sto con chi, sul proprio portale, sito, blog, esprime i suoi pensieri.
Sto con chi non ha paura di parlare.
Sto con chi, tramite la rete, diffonde notizie, curiosità, sapere.

Io sto con chi vuole e deve essere LIBERO!

I nuovi arrivi

Tempo fa, quasi 8 mesi fa, ho avuto la notizia dell'arrivo di due bimbetti.
Il primo Alieno è nato circa 2 settimane fa. E' stupendissimo e non ho resistito a non andarlo a trovare in ospedale! Sì lo so, ci sono passata... le visite in ospedale sono, in questi momenti, non sempre gradite... speriamo di non aver rotto molto!!!
Giuro... 5 minuti, non di più e ci siamo dileguati!
Il secondo?!? Siamo in attesa... cioè siamo tutti in attesa che decida di affacciarsi al mondo, di abbracciare la sua mammina, il suo babbo e la sua tenerissima sorella!!!

Dai dai Ruzzolino ti aspettiamo!!!

Controllo 11°mese

Altro giro altra corsa!
Avevamo il controllo fissato per il prossimo giovedì, ma Attiluccio ha pensato bene di raffreddarsi. Ieri pomeriggio una telefonata dall'asilo, mi vede catapultare, nemmeno fossi un neutrino sparato da Ginevra verso il Gran Sasso (ho il telepass... quindi posso usare corsie velocissime :D) verso l'asilo.
Attiluccio ha vomitato i suoi bei muchetti! Nonostante la direttrice mi tranquillizzi, andiamo dalla pediatra (che forse avrebbe voluto consigliare qualcosa a me... che ne so, un tranquillate?!? un ansiolitico?!?).
Dalla visita risultano congestionate solo le prime vie aeree, quindi bronchi liberi ("Signora, se ha vomitato muchi il bambino si è liberato!").
Visto che ci siamo facciamo anche la visita di controllo.
Questo mese il bambino non è cresciuto, nè in peso, nè in altezza. Colpa dell'ambientamento al nido? Colpa di questo raffreddore che lo accompagna da una settimana?!?
Non saprei... ma la pediatra è tranquilla.
Dice (Lei) che un bimbo a 12 mesi dovrebbe pesare 10kg, mentre Attila ne pesa 10,9kg...
Modo implicito di dirmi di metterlo a dieta?!?

venerdì 23 settembre 2011

Dopo un mese al nido...

Resoconto di queste prime settimane al nido.
Attila non soffre, in modo particolarmente evidente, del distacco dalla sua Mommy. Appena parcheggio, vicino l'asilo, lui inizia a sorridere. Sorriso che poi si trasforma in una sana e ricca risata non appena vede la sua maestra Carmela. Good ;)
Solo qualche mattina ci ha fatto un po' penare, si è aggrappato alla mia maglia e non si voleva staccare. Bastava, però, che sentisse le sue amichette e lui si materializzava da loro. Occheissimo! Latin Lover Baby!
Fino alla scorsa settimana dicevo che Attiluccio aveva imparato a camminare... ora devo aggiungere "ha imparato anche a correre"!!!
E' troppo bello mentre si dimena per acquisire più velocità possibile, é troppo divertente quando cade e si rialza come se non fosse successo niente... il mio ometto sta crescendo troppo velocemente!
Per quanto riguarda, invece, i suoi discorsi, è ancora un piccolo giapponese. Oltre a Mamma, Papà, Bau, ha imparato la canzoncina Viva la Pappa Pappa (Pappapappa Ph Ph Ph).
Cosa mi dovrò aspettare dalle prossime settimane al nido?!?

Controllo 10 mesi

Peso 10,9 kg per 74,cm di altezza! Un piccolo vitellozzo?!? :D

Modalità Mommy... ON!

L'assenza di mia madre in casa si sente... mi ritrovo, a fine giornata, a rendermi conto di non aver dedicato nemmeno un minuto per me, di aver passato poco tempo con Daddy, di aver assolto al mio ruolo di Mommy solo per il minimo indispensabile.
Che succede?!?
La giornata tipo inizia intorno alle 07:00 (qui abbiamo fatto NOTEVOLI progressi!!!). Attiluccio dorme ancora un po', e io riesco a bere un caffè veloce. Ma se dorme perchè dovrei prenderlo "velocemente"?!? Perchè Attiluccio bello di mamma sua, ha i radar che gli comunicano la mia esatta posizione, con un margine di errore pari a +/-1mm... superato il metro di distanza entra in stato di Alarm. Tempo 2 minuti dal mio allontanamento in cucina e apre gli occhi.
Da questo momento, fino al quando non metto piedi fuori di casa, inizia la lotta contro il tempo... perchè Attila mica lo posso mandare in pigiama all'asilo!
Da quando Attila non è più un neonato DIPENDENTE, ma è diventato INDIPENDENTE, è difficilissimo cambiargli il pannolino... figuratevi che impresa per infilargli felpa e scarpe.
Finalmente pronto... go to the school!!! (inglish is veri important for mai giob :D ).
Il pomeriggio a casa mi dedico alle pulizie, alla cucina, cena, pranzo... e poi di nuovo a pulire (perchè nel frattempo Daddy è rientato, ha mangiato qualche cosa che sicuramente ha seminato briciole ovunque...).
Mediamente sono le 22:00/22:30 quando Attiluccio crolla... sicuramente ho dimenticato qualcosa, di urgente, da fare...
Ho lavato la montagna di cose che sporca Attila in un giorno?!?
Ho preparato il pranzo per Attila domani?!?
Ho messo in funzione la lavastoviglie?!?
Ho...
Ho...

Ho sonno?!? Sì!!!

mercoledì 31 agosto 2011

Magic Doodle

Da quando ho ripreso a lavorare il "dove" e con "chi" lasciare il bambino è diventato un incubo; non so se questo può avere a che fare con il fatto di essere neomommy, se sia un problema di troppa "ansietà", o, semplicemente, è una questione di apprensione naturale.
I primi mesi, dopo il rientro, il piccolo ometto tutto speciale è stato accudito e viziato dalla nonna... ma, diciamolo con tutta sincerità, se Attiluccio è chiamato così, un motivo valido ci sarà... o no?!? In parole povere, la nonna è stata sfiancata. Ora è in ferie a casa sua, con un po' di acciacchi a braccia e gambe... ops!
Da qualche mese ho girato e rigirato, chiesto consigli e valutato le varie strutture che Bari poteva offrire. Abbiamo dovuto escludere a priori il nido comunale. L'orario non era per niente comodo (alle 14 chiude!!!) e il prezzo era in linea con gli asili privati.
Ecco che trovo il Magic Doodle!
La struttura è nuovissima, a norma, spazi adeguati per i bimbi di tutte le taglie, orario dalle 7 alle 20, personale qualificato, attento.
Soprattutto... ci sono i lettini per far dormire i bambini. Ora, lo so che la cosa può sembrare strana, ma in un'altra struttura, vicino a Magic Doodle, il collaboratore che ci ha accolto ci ha detto che i bambini non dormono in asilo... stendiamo un velo pietoso.

La cosa che più mi ha colpito e divertito?!? I bagnetti! Tutto in miniatura :D

Primi passi

Ieri sera, mentre cenavamo, Attiluccio era a terra, vicino al box.
Ad un certo punto si è messo in piedi... niente di nuovo.
Si è staccato dal box... fino a qui ci siamo.
Ha fatto 2 (dico 2 di numero) passetti in avanti... mi ha guardato, si è messo a ridere e ha iniziato a battere le manine: BRAVO ATTILUCCIO!!!

Piccolo Attila... cresce

Ufficialmente Attiluccio, il giorno 29/08/2011 è entrato a far parte della "società", con tanto di debutto!
Da lunedì scorso ha intrapreso la sua carriera all'asilo; da lunedì, per almeno i prossimi 25 anni, avrà a che fare con sveglia, docenti, compagni simpatici e sicuramente qualcuno antipatico... con voti, prove, consegne... cavolo! Ma non ha nemmeno 10 mesi!!!
Che Mommy snaturata che sono!
Dal primo giorno, Attiluccio non ha avuto problemi di inserimento, essendo il suo lato socievole molto sviluppato, nè tanto meno ha avuto problemi di distacco da mamma sua... la devo vedere come un cosa positiva?!?
A me è stato vivamente sconsigliato di entrare nelle aule, perchè potrei fargli venire qualche piccio (ci ho provato... e lui ha piagnucolato un po').
Stamattina appena scesi dall'auto... lui si è messo a ridere! Aveva capito che avrebbe visto i suoi amichetti e le sue amichette (ha 2 stupende baby sitter di 8 anni!!!).
E' ufficiale... a Leo piace l'asilo!

martedì 23 agosto 2011

Ferie Finite...

Si rientra alla routine. Sveglia alle 7, caffè al volo e ufficio... Queste 2 settimane sono state tranquille, in Calabria. Abbiamo passato le giornate con il nostro ometto tutto speciale, appiccicati, incollati, sempre insieme. SEMPRE!
Da ieri ci siamo staccati, ci siamo resi indipendenti, prendiamo strade diverse, a volte viaggiamo in parallelo, accompagnandoci per mano... la sto facendo troppo "melodrammatica"?!?
Evidentemente sì... ma non stare con quel pezzettino di poco più di 70cm tutto il giorno mi manca. Manca più ora, a differenza di qualche mese fa quando sono rientrata a lavorare. In quella occasione inneggiavo all'indipendenza femminile e materna, alla sua indipendenza per la sua crescita... e tante menate varie. Ora la penso diversamente, e non trovo la ragione. Mi sento più egoista oggi, perché vorrei che fosse con me, che ci fossi io quando ride, quando piange, quando gattona, quando tenta di fare i primi passi.
Vorrei essere con lui...

martedì 9 agosto 2011

Offerte Speciali

Da qualche giorno ci troviamo in Calabria, per le meritate ferie. Incasinati tra trasloco e febbre di Attiluccio, non sono riuscita a fare scorta di vasetti, pappe, pannolini... cavolo ci sono anche in Calabria!!!
Sabato pomeriggio, andiamo a fare un po' di provviste e scopro, con gran rammarico, che gli stessi prodotti, a distanza di 200km, costano il doppio... ci sarà qualche legge economica finanziaria che mi sfugge e che rende questa relazione (distanza-costi) un mistero degno di Giacobbo...
Mi trovo di fronte ad una vera e propria speculazione, o le catene di negozi sono gestiti da persone che non sanno acquistare dai grossisti?!?
Mentre ero assopita nelle mie osservazioni di economia domestica, mi cade l'occhio sui pannolini, Pampers Baby Dry. Sono quelli che acquisto di solito, prezzo non in offerta a Bari €5,49. Prezzo al supermercato Sidis di Trebisacce €6,99... in offerta speciale! OFFERTA SPECIALE?!?
Per chi compra questi pannolini sa che il prezzo suggerito/imposto dalla Pampers è di €6,99... cerco qualcuno che mi possa spiegare in cosa consiste l'offerta speciale!
Ora... questo dovrebbe essere solo un caso isolato, frutto della distrazione di qualche operatore. Deve essere per forza così...

Stamattina a Roseto, mi reco al negozio di detersivi, un nuovo negozio vicino casa. E trovo la stessa dicitura di offerta...

Mare+sole= Tanta nanna!

Sapevo che il mare è un elemento che "stanca" i bambini, e che li vede crollare... ma immaginavo che ciò accadesse perchè i bambini si scatenano in spiaggia e passano 10 ore filate in acqua. Mi devo ricredere... i bambini si sfiancano anche semplicemtente rimaendo seduti in spiaggia. E' quello che sta capitando a Leo. Basta poco, veramente poco (in genere un'oretta) e lo vedo crollare in un sonno intenso... e non fa niente se il pomeriggio si è tirato 3 ore di fila con il padre... si arriva in spiaggia e, il tempo necessario per bagnarsi i piedi e tirare qualche sassolino in acqua, e lui si butta tra le mie braccia per addormentarsi. Quanto vorrei poter fare lo stesso anche io!!!

Cadute...

Aggiorno un po' il conto delle cadute... la più seria, o meglio quella che ci ha fatto agitare di più (ho perso 15 anni della mia vita...) è ac...caduta la scorsa notte, alle 04:35... e bene sì, Attiluccio è caduto dal letto!
Nella notte ho sentito daddy, in evidente stato di agitazione, gridare "Il bambino... il bambino non c'è più..." poco dopo Attila si fatto sentire... gridava come il disperato, mentre continuava a dormire.
La nostra fortuna è che daddy aveva buttato il cuscino a terra, e lui è caduto sul cuscino... Leo non piangeva per il dolore, ma per lo paura nel sentire daddy agitato.
Qualche ora più tardi, mentre noi pranzavamo, Attila, dalla sua postazione preferita (sotto al tavolo) è caduto, non so come, di faccia a terra... anche in questo caso solo tanta paura.
La giornata non si poteva concludere con una altro tonfo a terra... in serata, mentre io mi preparavo per uscire, odo la voce di mia madre... la voce?!? le urla di mia madre... mi hanno raccontato inizialmente che il bambino è caduto dalle braccia di daddy, poi che è caduto mentre era in piedi, vicino daddy, poi, invece, era seduto accanto a daddy... non scoprirò mai cosa realmente sia successo quella sera...

Bilancio... 9 mesi!

Sembra banale, superfluo, infantile... ma la tappa dei 9 mesi sembra acquisire un significato, per me, importante. Ho cresciuto 9 mesi il mio fagiolino nel mio pancione... ora sono passati 9 mesi con lui... lo posso vedere, toccare, sentire. E' qui, nella sua libertà di espressione.
Sono 18 mesi che parlo di lui, che penso a lui, che vivo per lui...
In 18 mesi è passato da essere un ammasso di cellule, che non riuscivamo a vedere, a un ometto di 10,5 kg per 71,5cm... un piccolo torello!

Come Ulisse, si ritorna ad Itaca!

Da qualche mese avevamo preso in seria considerazione l'idea di tornare a Bari, in città, un po' per nostre esigenze di lavoro, un po' (soprattutto) per poter dare a nostro figlio la possibilità di crescere un ambiente con più stimoli. La fortuna (?!?) volle che, vicino l'ufficio di daddy, si sarebbe liberato un appartamento. Non era certo la zona che avrei scelto io, ma abitare in pieno centro sarebbe stata una nuova esperienza.
Iniziò, così, la lunga attesa del trasloco. L'abitazione, al momento occupata, si sarebbe dovuta liberare, inizialmente a maggio, poi i primi di giugno, poi la fine di giugno... i primi di luglio! Certi, certissimi, certerrimi all'ennesima potenza, contattiamo la ditta dei traslochi.
Si fissa il trasferimento per il 9 luglio. Dovevamo (volevamo) accelerare i tempi per poterci ambientare e concludere tutto prima delle ferie.
Il 2 luglio avremmo avuto le chiavi. Eravamo già organizzati per la pulizia dell'appartamento e per lo scatolamento. Tutto organizzato... tutto!
Quando una telefonata, il 2 luglio, ci lascia un po' perplessi... l'abitazione non è vuota, l'inquilino ha pagato l'affitto per il mese in corso, tutto (TUTTO) era da rinviare... COSA?!?
L'incredulità, l'amarezza e l'incazzatura aleggiavano in casa... l'unica cosa che riuscivo a ripetere era "Se è successo significa qualcosa... lì non ci dobbiamo andare".
Le speranze di trovare un'altra soluzione e traslocare prima della fine dell'estate... erano bassissime... quando poi, su internet trovo un annuncio. Appartamento, 4 vani, accessori, cucina abitbile, posto auto...
Si vede. Si pensa. Si fa una proposta alternativa alla base di partenza... si blocca... ci trasferiamo!
In 15 giorni siamo tornati in città!
Dal balcone della cucina vedo il mare... ho detto TUTTO!!!

venerdì 29 luglio 2011

Home sweet Home!

Finalmente si torna in città! Finalmente siamo tornati a Bari!!!

Dopo mesi di ricerche, di accordi non mantenuti, di disdette all'ultimo secondo... i nostri eroi hanno finalmente preso possesso della loro nuova casetta!

A breve i racconti dell'odiessa moderna di mommy, daddy e Attiluccio :D

giovedì 21 luglio 2011

Vorrei segnalare anche...

Collegandomi al post precedente, vorrei segnalare la seguente nota:

http://www.facebook.com/notes/alessandra-cellamare/alla-lezione-di-psicologia-preparto/10150237510151436

Cosa ne pensate?!?

Dal corso pre-parto...

Quasi un anno fa, con un pancione bello in evidenza, iniziavamo ad entrare nel "vivo" della gravidanza. Quasi un anno fa, io daddy e FagioLeo abbiamo iniziato il corso pre-parto.

Un'esperienza positiva, simpatica, che mi ha fatto capire come affrontare al meglio le fasi del parto, dalla fase prodromica fino al secondamento. Non essendo laureata in ostetricia, non  voglio avere la presunzione di spiegare, in un blog, come avviene il parto (scopiazzando qua e là articoli su internet).

Vorrei poter ringraziare, però, le ostetriche, le infermiere, tutto il personale dell'Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti, in particolare il dottor Fontana che mi ha accompagnato dall'inizio della gravidanza fino al parto, prendendo per primo in braccio mio figlio, e le ostetriche Maria, che mi ha assistito tutta la notte durante il travaglio, e Patty... che ha dovuto sopportare i miei "isterismi" delle ultime ore.

A tutte le future mamme, in ogni caso, consiglio di frequentare questi corsi che preparano gli ospedali e le ASL, perchè, anche se si ha già un figlio, c'è sempre da imparare!

Non affidatevi MAI ai consigli di fantomatici esperti!

venerdì 8 luglio 2011

Bilancio 8° mese ;)

Sto crescendo un vitellino :D

Dopo la visita di ieri abbiamo ottenuto i seguenti risultati:

Peso = 9.850kg

Lunghezza = 70.5 cm

Devo dire, però, che per la lunghezza Attiluccio voleva fare il furbetto... La pediatra lo stende per effettuare la misurazione. Gli fa poggiare i piedi su un lato dello strumento (che non so come si chiama...) e fa scendere il livello sulla testa. Mentre lei, con delicatezza ovviamente, compie questa operazione, Attiluccio che fa?!? Mette " a punta" i piedi, recuperando un po' di cm!!! Abbiamo dovuto ripetere questa operazione diverse volte... ma alla fine abbiamo vinto noi :D

giovedì 7 luglio 2011

+8

Attiluccio oggi compie 8 mesi!!! Buon complimese :D

E stasera, per "festeggiare", controllo mensile dalla pediatra, con annesso (sicuro!) cazziatone per peso eccessivo?!? e no e no e no!

giovedì 30 giugno 2011

Giochi Notturni

A chi non è capitato, con l'arrivo di un cucciolo di uomo, di dover far fronte ad una nottata in bianco?

A chi non è capitato che, durante la nottata in bianco (vedi sopra), il cucciolo di uomo avesse voglia di giocare, mentre tu avevi una gran voglia di stringere il cuscino e... dormire?!?

La scorsa notte Attiluccio si è risvegliato con il suo "lato musicale" abbastanza caricato.

Ore 04:30 sento Attiluccio (che alle 01:00 mi aveva chiesto "gentilmente" di dormire nel lettone...) che si muove, da una parte, dall'altra. Sento che si mette seduto. Con la coda dell'occhio vedo che ci scruta. Per fortuna ha scelto Daddy... si è messo a "suonare" sulla sua spalla... come si è sentito "fortunato" Daddy!!!

Questo è quello che è successo la scorsa notte... ma potrei scrivere un libro su quello che combinava quando era più piccolino. Tipo: una volta, era nel suo carrozzino e io cercavo di farlo addormentare, erano le 3 o le 4 del mattino. Io sbadigliavo e lui rideva...

Un'altra volta, invece, stava male per le colichette e, per distrarlo, presi un sonaglino e iniziai a suonare e cantare l'inno di Mameli... a lui è piaciuto così tanto che, per tutta notte, i vicini hanno creduto di essere in caserma (poi per i 150 anni dell'unità d'Italia ci stava BENISSSSSIMO).

E voi... come vi intrattenete con i cuccioli quando non vogliono dormire?!?

mercoledì 29 giugno 2011

Colichette

E' passato tanto tempo, per fortuna, da quando abbiamo lottato contro questi dolori atroci per il bambino. Lo abbiamo visto contorcersi per il dolore, muscoli contratti, pugni chiusi, gambine che se le portava sul pancino. Normalmente il dolore si manifestava durante le ore serali.

Sulle colichette neonatali ci sono diverse teorie. In ospedale, ad esempio, le puericultrici ci dicevano che "non esistono" le colichette nei neonati, che, il pianto disperato, è sintomo di altre mancanze del bambino, come ad esempio bisogno semplice di essere coccolato. Quindi sconsigliavano qualsiasi tipo di medicinale, anche di tipo omeopatico.

Ora... qualsiasi cosa avesse Leo quando piangeva disperato, con qualsiasi nome vogliamo chiamare questo malessere, una cosa è certa: con le coccole, gli abbracci, i baci... il dolore non passava.

La prima volta che  successo ho contattato (ovviamente!) la pediatra. Durante la visita si è accertata che non avesse particolari patologie. Al termine ha diagnosticato... delle colichette.

Mi ha prescritto, in via precauzionale, dei fermenti lattici e il Colimil, a base di finocchio, melissa e camomilla. Il problema non è stato risolto, ma notevolmente attenuato.

Solo una notte è stato malissimo, ma grazie un bagno caldo, l'abbiamo "liberato". In alternativa usavo il termometro con olio di oliva. Anche così Leo si sentiva più "leggero".

Un altro metodo che usavo per alleviare il dolore, era quello di alzare la gambe e portare i piedini all'altezza del viso, o fargli fare la "bicicletta". Questo metodo deve aver suscitato notevole divertimento in Leo. Dopo qualche volta che facevo questa manovra, ogni tanto lo vedevo che lo ripeteva da solo.

Questa è stata la mia personalissssssima esperienza con le colichette neonatali.

Qualche altro suggerimento?!?

lunedì 27 giugno 2011

La prima volta che... (2)

Oggi abbiamo finalmente inaugurato la stagione delle cadute.

Da quando Attiluccio gattona, la principale preoccupazione è quello che cadesse di faccia a terra; ma, il furbacchione, ha capito come funziona. Appena perde l'equilibrio, le manine le porta avanti e si salva in corner.

Oggi però mi ha fregato. Eravamo nel lettone, dopo pranzo, per una pennichella. Io avrei voluto andare in spiaggia ad assolarmi un po', ma ho preferito appisolarmi, al fresco, in compagnia del mio ometto tutto speciale.

Dopo un'oretta, decido che non fare una capatina in spiaggia, sarebbe proprio un peccato!!!

Prendo il costume e vado in bagno a cambiarmi. 3 secondi dopo sento Leo piangere; un pianto classico di quando si sveglia e non trova nessuno. Sento i passi di mia madre che si dirigono verso la mia stanza. Non mi preoccupo più di tanto e, con calma, li raggiungo.

Mi madre, in evidente stato di agitazione, mi guarda e mi chiede

"Perchè hai messo il bambino a terra e te ne sei andata?!?"

A TERRA???

Ha trovato Attiluccio seduto sul pavimento. Appena preso in braccio si è calmato. Non sembra che abbia sbattuto da qualche parte, tutto normale. E' come se fosse scedo da solo dal letto...

In serata arriva mia cognata. Mi aiuta a preparargli il bagnetto. La lascio con il bambino sul letto, e mi allontano 2 minuti. Quando rientro, mia cognata mi dice che, appena andata via, il bambino si è messo a pancia in giù e piano piano si faceva scivolare all'indietro per scendere...

sabato 25 giugno 2011

Scent of Woman

Venerdì sera. Roseto Capo Spulico. Attiluccio a nanna dopo il suo bibe di latte. Daddy a Bari (dice che deve lavorare...).Mommy, come Superman nella cabina telefonica, si trasforma e torna ad essere Woman!Ore 22:30. Prendo le chiavi di casa, dell'auto, un bacio al cucciolo, beatamente e bellamente nel modno dei sogni. Esco di casa.

Sensazione "strana", mi sembra di essere più leggera... ah ricordo, si chiama la "LIBERTA'".Prima uscita sola dopo il parto, ma se ci penso bene... prima uscita sola dal matrimonio!Mi aspettano i miei cugini e alcuni amici per un aperitivo protatto nella serata. Si ride, si scherza, si parla del più e del meno, si discute della politica locale e nazionale, si parla di vacanze a Malta e in Grecia, si "taglia&cuce" sugli assenti.Un giro di birra, un giro di barricata... ci ritroviamo io e la cugina V. a parlare di noi, delle nostre storie, delle incomprensioni di coppia, delle marachelle di Leo.Apprezziamo qualche bel ragazzo che passa nelle vicinanze. Ci raggiunge il cugino S. Sono quasi le 2. Penso ai miei 67,5cm di ciccia&amore che mi aspettano nel lettone. Saluto tutti e torno a casa.La sensazione di leggerezza non mi abbandona. Guardo mio figlio nel letto, tutto rannicchiato.Non lo so per quanto l'ho guardato...

venerdì 24 giugno 2011

Gravidanza - Leggende Metropolitane (1)

Falsi miti e leggende metropolitane hanno invaso la nostra mente prima e durante la prima gravidanza (dalla seconda in poi suppongo che l'esperienza possa insegnare).

La prima leggenda metropolitana riguarda lo stato emotivo della Donna Incinta (DI). Si dice, racconta, tramanda di generazione in generazione, che DI durante i 9 mesi appanzata sia dolce, solare, sensibile e comprensiva... ma chi?!? ma quando???

Durante i miei 9 mesi da PortaFagiolino ero intrattabile, nevrotica, in poche parole... insopportabile! Mi approcciavo al mondo esterno con un kalashnikov spianato, pronta a far fuoco su chiunque si avvicinasse.

Ho collezionato dei bei "vaff...", in modalità Invio/Ricevi.

Ho litigato con il mio miglior amico.

Ho incrinato alcune amicizie (su alcune però avevo ragione!!!).

Insomma... in 9 mesi ho conosciuto il lato oscuro della mia personabilità!

giovedì 23 giugno 2011

Gravidanza - Movimenti Fetali

A cena ieri sera con una mia amica, incinta al settimo mese, abbiamo affrontato il "problema" dell'assenza di movimenti fetali.

Lei era molto preoccupata perché, leggendo qua e là su internet, aveva appreso che bisognava sentire almeno 10 movimenti in 2 ore. Ovviamente questo le ha provocato un bel po' di agitazione, in quanto, capitava durante la giornata, che il piccolo si muovesse di meno.

Quello che posso riportare è la mia personalissima esperienza da ex Donna Incinta.

Quando, trastullandomi nella rete, ho letto questa storia dei movimenti fetali, mi è venuto un cioppolone! Rimanevo in silenzio sul divano o sul letto cercando si ascoltarlo.

In preda ad una crisi isterico-nevrotico ho preso il cellulare e ho chiamato il ginecologo, Angelo custode per 9 mesi (di nome e di fatto!!!).  Lui mi spiegò che dovevo monitorare i movimenti nell'arco di tutta la giornata. Il piccolo alien che cresceva dentro di me dovevo sentirlo almeno 10 volte durante il giorno. Nel caso ciò non dovesse succedere, lo dovevo contattare. Se non riuscivo a mettermi in contatto con lui, mi dovevo recare al pronto soccorso per un'ecografia.

Da quel giorno, sicuramente più tranquilla per i tempi non tanto ristretti così come avevo letto, il mio fagiolino lo sentivo molto più spesso, e molto più intensamente. Certo... Attiluccio è una potenza della natura, e lo era anche nel pancione, fino all'ultimo giorno. Capisco, però, l'agitazione delle future mamme.

Un consiglio: per qualsiasi dubbio contattate il vostro ginecologo o, se non è reperibile, chiamate in reparto ostetricia!!!

Desperate Mommies - stories from the front lines of motherhood

Stamattina mi hanno invitato in un gruppo su facebook di mamme e future mamme; scopo del gruppo è (o meglio era...) un po' prendersi in giro sulle situazioni a volte paradossali, che, in gravidanza prima, dalla nascita poi, si vengono a creare.

Il problema che invade, troppo spesso, la tranquillità della "famiglia" ha un nome ben preciso: ANSIA!

Dal bimbo che non vuole mangiare, ai movimenti fetali, cosa fa scattare le nostre paure e i nostri sensi di inutilità, nei confronti del cucciolo di uomo?!?

lunedì 20 giugno 2011

Tutti a mare!

Altro fine settimana contrassegnato dal bel tempo e da tanto tanto mare! Lo scorso fine settimana siamo partiti venerdì sera alla volta di Roseto; questo ci ha permesso di godere "lu sole, lu mare, lu 'ientu".

La novità è che Attiluccio ha la pelle scura; certo con due genitori come noi... non potevo avere dubbi. Il suo colorito, nonostante i kg di crema altamente protettiva e un ombrellone con schermo contro i raggi ultra violetti, è quasi paragonabile al mio; solo che io sono stata, da brava lucertolina, sotto al sole, con litri di olio abbronzante...  misteri della melanina!!!

mercoledì 15 giugno 2011

Risveglio

Stanotte Attiluccio ha fatto il bravo... nel senso che mi ha permesso di dormire un po' di più rispetto al solito. Si è svegliato solo alle 04:30... Bravo!

E poi... mi ha svegliato chiamandomi in continuazione

"MAMMA MAMMA MAMMA MAMMA!"

E come avrei potuto non aprire gli occhi e sorridergli?!?

 

martedì 14 giugno 2011

La prima volta che...

E' il mio primo cucciolo di uomo. Tutte le "prime volte" sono uniche, speciali. Sono fiera del mio Attiluccio grassottello... ogni scarrafon' e' bell' a mamma so'

Oggi il mo ometto tutto speciale mi ha svegliato, con puntualità svizzera, alle 6 (la sveglia era prevista alle 7:15...), dopo aver passato la nottata a lamentarsi. Saranno gli incisivi superiori a rompere questa volta?!?

La sveglia di oggi, però, è  stata speciale. Oltre a tirarmi il braccio, cercando di morderlo, mi chiamava. Diceva MAMMA.

Sì sì MAMMA, no Mmmmhommma, nè Mmmmmmamamama... proprio MAMMA.

Come non potevo salutarlo con il sorriso?!?

Al rientro un altro bel regalo. L'ho trovato sul suo tappetino solo soletto. Mia madre seduta al divano. La cosa mi è apparsa strana... mia madre non lo lascia mai solo.

Lei mi guarda, guarda al bambino e gli dice

"Leo... vieni a prendere il telecomando"

All'inizio Attiluccio era troppo preso dal mio rientro... ma dopo un po'... si è messo a 4 zampe e si spostava, in modo moooolto curioso, da una parte all'altra del salone, ora a prendere il telecomando, ora a lanciarsi su una pallina.... proprio come un gattino :)

 

domenica 12 giugno 2011

Battiquorum!

Siete andate a votare??!? Noi ancora no. Siamo in Calabria... abbiamo accompagnato mamma a votare e... approfittato per un paio di ore in spiaggia questa mattina!

Appena rientriamo a Sammichele... si va subito al seggio!!!
E voi??? Avete votato???

giovedì 9 giugno 2011

Bilancio 7 mesi

Ho trovato finalmente chi farà un po' di dieta con me! Ebbene sì! Attiluccio pesa più del dovuto, allontanandosi di molto dal suo percentile.

Ci siamo lasciati l'ultima volta con il lucertolino mio che pesava 7,9kg per 65 cm di lunghezza. Bhè... ora è lungo 67,5cm e pesa...

rullo di tamburi...

9kg!!!

Mezzo chilo in più rispetto alla sua curva... cioè... 1/2kg potrebbe mettere in crisi anche un adulto... per un neonato sono TROPPI!!!

Così la pediatra lo ha messo a dieta. Niente poppata notturna e pappe diminuite in quantità. Ecco sulla pappa ok... una volta ripulito il piatto, non si può fare più niente... ma come glielo spiego che la sua adorata poppata notturna... se la deve dimenticare???

E dopo avermi cazziato per aver ipernutrito Attiluccio... mi da la dieta dei 7 mesi. Da sabato iniziamo con primo e secondo, a pranzo e a cena. E poi dice a me che sono esagerata a farlo mangiare!!!

Mommy sull'orlo di una crisi di nervi?

Anche voi vi sentite stanche, frustrate, pezze da macero, per ogni capello la residenza di un diavolo della tazmania, molto poco attraenti... 'na schifezza???

Da qualche settimana ho litigato con lo specchio, fa vedere cose non vere! Mi fa apparire bassa, grassa, con i capelli come il mocio vileda... e aggiungiamo, solo per le prime 1524 telefona, anche un po' di doloretti articolari-muscolari-cerebrali... si inizia a sentire la voglia di vacanza, di estate.

Gli ultimi anni le parole vacanza e estate non sono andate proprio in armonia... prima un problema ad una gamba (per fortuna a fine estate... ma comunque mi impedì il mare settembrino), poi una trasferta a L'Aquila per lavoro (ho lavorato fino al 14 di agosto e ho ripreso dopo 1 settimana), infine mio padre che si  sottoposto ad un delicato intervento, e ci ha visti in giro per la Calabria tra ospedali e centri di riabilitazione (e io con un pancione che sembrava dovessi partorire da lì a poche ore...).

La mia vacanza da sogno è la crociera. O meglio... per me la nave potrebbe anche stare a largo di Bari per 10 giorni... non me ne può importare niente!

L'importante è che non siano accesi cellulari, non ci sia un pc (mi mancherebbe solo il blog... ma con carta e penna tutto si può fare ;) ) nè tanto meno internet.

Svegliarsi la mattina e pensare: "Sole, mare, piscina, mojito!"

martedì 7 giugno 2011

7 Mesi!!!

Tanti Auguri a Leo Tanti Auguriiii a Leeeeeoooo
Tanti Auguuuuuri Attiluccioooooo

Tanti AUGURI a TEEEEEE!!!

Auguri amore mio!!!

Allatti?!? No... ho smesso

Sull'allattamento al seno ci sono tanti pareri favorevoli, innumerevoli vantaggi, una cifra spropositata di benefici per il cucciolo di uomo.

Purtroppo io ho allattato fino al 4° mese, un po' perchè avevo paura che il piccolo crescesse poco, un po' perchè ho ripreso a lavorare, molto perchè sono stata condizionata da pareri di esperti last minute.

La cosa che più mi manca è il contatto che con Attiluccio avevo, un rapporto esclusivo ed insostituibile e, confesso, mi manca quel "sentirmi importante" per mio figlio. Leo, fin dalla nascita, ha sempre avuto un bel caratterino, è nato strillando, con gli occhi sgranati... è nato già incazzuso!

Qui comando IO! Sembrava ci dicesse :)

E come non dargli ragione... da subito era LUI a decidere. Sono saltati orari, abitudini (quella che mi manca di più è caratterizzata dalla mia posizione orizzontale con occhi chiusi... ah si dice dormire?!?), rapporti sociali... niente era come prima.

Ma c'erano quei momenti durante i quali eravamo alla pari, io e lui, sullo stesso piano. Quando era attaccato al seno, sentivo il legame che ci ha unito per 9 mesi.

Sì... mi manca molto. Così come mi manca la mia pancia (con lui dentro... ovviamente!), sentirlo muoversi, scalciare.

Sono quei momenti che durano per un tempo limitato, sai che non saranno per sempre e riesci a coglierne tutti i lati positivi.

Ora sta lì, ad un passo da me, nel suo lettino. Gli ho dato il biberon prima della nanna. I suoi occhi ora mi cercano, le sue mani ora si aggrappano alle mie per scoprire il mondo, per farsi coraggio e affrontare le prime sfide. Il suo viso cerca la mia mano, vuole una mia carezza prima di addormentarsi... ma che stupida che sono! Cosa voglio di più???

 

Questo post partecipa al Blogstorming del mese di giugno.
Tema: L'allattamento

E dopo un bel ponte...

Eccoci di rientro dal ponte del 2 giugno, che ci ha visti alle prese con un piccolo malanno di Attiluccio... per fortuna tutto rientrato in poco tempo e senza troppe conseguenze.

Eccomi rientrata dal ponte del 2 giugno... con qualche linea di febbre, mal di gola e giusto un tantino raffreddata... per fortuna oggi (ovviamente lunedì...) ho parecchie scadenze in ufficio, settimana già piena. Mettermi in malattia sarebbe stato impossibile... avrei lavorato comunque da casa, con il rischio di far ammalare nuovamente Leo. Meglio se contagio qualche collega ;)

Eccola rientrata dal ponte del 2 giugno... mia madre, la nonna monella che si aggira nuovamente per casa, a viziare ancora un po' il suo nipotino piccolino.

Eccolo rientrato dal ponte del 2 giugno... ah no è vero, daddy non ha "pontato" :D

venerdì 3 giugno 2011

Ponte ponente ponte pi'

L'azienda dove lavoro non brilla certamente in "ponti" gratuiti. In 4 anni che lavoro qui, non è stato mai concesso un ponte con chiusura totale delle attività. Al massimo, se avevi organizzato qualcosa, potevi chiedere un giorno di ferie... strisciando in ginocchio...

Non so cosa sia successo, ma mercoledì è arrivata una notizia sconvolgente, a tratti allucinante... venerdì 3 giugno l'azienda chiude!

Mi precipito a chiudere tutti i lavori aperti, per poter passare 4 giorni in totale relax, con il mio Attiluccio. Da quando ho ripreso a lavorare, non ho più passato una giornata sola con lui, se non in occasione di qualche malattia. Ero strafelice! Ovviamente daddy... a lavoro!

Mi organizzo il venerdì. Sveglia, preparazione della pappa, passeggiata in paese, pappa a Leo, un piccolo riposino, pomeriggio in giro per negozi a fare shopping!

Ieri ho pulito ben benino casa, lavato e stirato... non volevo impicci per oggi. Giornata speciale con il mio ometto tutto speciale!!!

Come ho trascorso questa prima parte della giornata?!?

Sveglia alle 4 per il lattuccio. Attila era molto nervoso... guance rosso acceso... 37,8°C!

Seconda sveglia ore 6. Attila era molto nervoso, guance rosso acceso... 37,8°C!

Pianti, piantini, lamenti fino alle 8, lattuccio e un po' di nanna.

Temperatura... 37,8°C! Decido di dargli la tachipirina.

Ore 9 dalla pediatra. Ore 11 uscita dalla pediatra. Non ho capito cosa ha... forse solo raffreddore o forse la 6^ malattia (che già il mese scorso pareva avesse avuto...).

Ora si sta riposando... la nostra giornata è da rinviare.

giovedì 2 giugno 2011

Papà!!!

Lo scorso week-end ci ha visti protagonisti della prima parolina di Leo. L'emozione è stata tanta... e siamo anche stati fortunati! Abbiamo ripreso il grande evento!!!

 

Papà

martedì 31 maggio 2011

Finalmente mare!

Non so se capita a tutti, ma io ogni volta che dico "domenica vado a mare" o succede qualcosa, o, cosa che capita spesso, il week-end si prospetta con qualche nuvola di Fantozzi. Domenica scorsa finalmente sono riuscita a portare Attiluccio in spiaggia.

La spiaggia di Roseto non è di sabbia ma di ciottoli. Il primo gioco che abbiamo fatto è stato quello di lanciare i sassolini in mare. Siamo stati, come avrebbe detto mio padre, dei perfetti "clocchisti". Nelle spiagge di Roseto questo passatempo è ben condiviso, perchè è estremamente rilassante... tranne per Leo, che, per ogni ciottolo preso, era un dramma buttarlo... avrebbe preferito assaggiarlo e mordicchiarlo!!!

Purtroppo il vento non mi ha permesso di fargli fare un bel bagnetto... ma, con un po' di spavalderia, mi sono denudata (cosa non bellamente... visto i miei 1524kg in più...) ho preso Attiluccio e sono entrata in acqua... come si dice dalle mie parti... "C' cazz' i' fridd'!!!"

L'acqua, cristallina e frizzante, ha paralizzato per qualche minuto i miei arti inferiori... tempo 5 minuti e mi ero già ambientata. Io e l'acqua siamo un unico elemento... e sono fiera che anche per mio figlio è la stessa cosa! Tutto suo madre!!!

lunedì 30 maggio 2011

La prima festa di compleanno

Avevamo quasi deciso di non partire più, di non tornare a Roseto visto che con la mia Fiesta, siamo un po' stretti... ma come potevamo non andare a festeggiare la cuginona che sabato è entrata negli anta?!?

Muniti dello stretto indispensabile, abbiamo caricato la macchinuccia e siamo partiti! La festa è stata organizzata dal maritino... che dire?!? Semplicemente perfetta.

Abitando in una casa in campagna, ha fatto in modo che mia cugina non rientrasse fino a sera. La sorpresa è stata un successone.

Ovviamente... Attiluccio è stato con noi, con non poche critiche. Purtroppo non solo da persone di una certa età, ma anche mamme giovani che hanno ritenuto una pazzia, da parte nostra, aver portato un neonato di quasi 7 mesi a passare una serata tranquilla con amici e parenti (daddy ha semplicemente mandato a quel paese un po' di persone).

Rifiuto le critiche e vado avanti!!!

Leo si è trovato benissimo... non ha fatto nemmeno una smorfia di paura quando sono stati sparati i fuochi d'artificio! Al ragazzo piace la vita mondana!!!

Venerdickens!

Per capire cosa "è" il Venerdickens... bisogna fare un salto indietro di qualche anno.

Era un venerdì novembrino del 2006. Una brutta storia era accaduta la notte del 31 ottobre al Joy's pub, locale dove dei baldi "ciovani" andavano a bere puro sidro di Guinness e a rifocillarsi di jacket potatoes. Nel locale sotto casa, dove abitavo come studentessa fuori sede, da poche settimane era apparsa un'insegna... GUINNESS! I baldi ciovani decisero di "provare"...

Da allora il venerdì si passa da Gianni del Dickens. Stare a Sammichele, però, mi ha allontanata... perchè, purtroppo, non è possibile sempre farsi 100km per una birra (anche se è LA birra).

Venerdì scorso eravamo dalla Nonna Maria, a Bari. Perchè non approfittarne?!?

Benvenuti incisivi!

Finalmente, sono "spuntati"! Sono piccoli e taglienti questi due pezzettini che sbucano dalla boccuccia!

Il suo viso sta cambiando, molto più buffo di quanto già non fosse. I primi giorni che si sono fatti "sentire", Attiluccio era sempre nervoso, forse più del solito. Da ieri sera, però, sembra molto più calmo e sereno.

Sembra quasi che lui sappia che non aspettiamo altro che vederlo ridere... per poterlo prendere in giro :D

Bello sdentatone di mamma!!!

Week-end maggiolino

Un saluto, veloce veloce!

Sono stata assente per qualche giorno, in ritiro "spirituale" in Calabria ;)

Le novità del week-end appena trascorso:

  • Attiluccio ha due bei dentoni che, piano piano, stanno crescendo;

  • Attiluccio ha partecipato al suo primo Venerdickens!!!

  • Attiluccio ha partecipato alla sua prima festa di compleanno

  • Attiluccio è andato per la prima volta a mare

  • Attiluccio ha detto per la prima volta PAPA'!!! :D


Che dire... un week-end molto pieno ;)

venerdì 27 maggio 2011

Voglio l'esorcista!

Non so se devo chiamare un esorcista, uno stregone... voglio una persona dotata di poteri magici, che mi tolga un po' di sfiga che mi perseguita da qualche tempo.

Ora... ero preparata psicologicamente che le "disavventure" capitassero sempre e solo di lunedì... un accordo con la sfiga che, almeno, mi teneva in allerta. Almeno uno è preparato!!!

Ma non si può di giovedì... di giovedì NO! Perchè il giovedì pomeriggio, quando hai finito il lavoro, preso il pupotto dalla cognata, fatta la spesa... a meno di 2km da casa... sei già proiettato verso il fine settimana!

E invece... a meno di 2km da casa, la fusion inizia a "fischiettare".

Ho pensato (leggi sperato) che fosse un problema al climatizzatore.

Ho pensato (leggi sperato) che fosse un problema di ventole di raffreddamento...

Turbina, fregata... auto dal meccanico, preventivo ancora non pervenuto!

SGRUNT!

mercoledì 25 maggio 2011

Quelli del lunedì...

Sarò monotona, sarò scontata, sarò banale... ma il lunedì proprio non lo sopporto! Questo è il terzo o quarto post contro il lunedì... ma non ci posso far niente... il lunedì succede sempre qualcosa... e non nascondo che questo "qualcosa" ha sempre a che fare con il lavoro.

Questa settimana mia madre non c'è, è rimasta a casa sua in Calabria. Attiluccio rimarrà dalla zia D, con le cuginette MP e C. Solo che le mie baby sitter preferite si trovano in un altro paese... il lunedì di questa settimana inizia semplicemente in ritardo.

E' vero... faccio un orario più comodo (per chi non ho capito ancora...) ma svegliarsi alle 7:30, sapere di dover stare in ufficio alle 9 e realizzare che per arrivare in ufficio, con la deviazione ad Adelfia, dovrò stare in auto per almeno un'ora... bhè non è proprio un bel risveglio.

Mi sono catapultata in auto con Attiluccio e, misteri del tempo, sono arrivata in ufficio alle 9, puntuale e sconvolta!

Epilogo della giornata:

Dopo cena, come tutte le sere, porto Attiluccio a fare la nanna... diciamo che gli ho tenuto compagnia. Quando daddy è venuto a letto, ha pensato bene di non svegliarmi... peccato che mi ha fatto dormire in jeans!!! Per fortuna Attiluccio mi ha svegliato alle 2...

martedì 24 maggio 2011

Escono i denti, piccoli ma taglienti!!!

Finalmente!!! Eccoli, che scorgono nella boccuccia di Attiluccio, bianchi, quasi trasparenti. Quando mi permette di vederli, mi sento una mommy orgogliosa, perchè il suo ometto tutto speciale "sta facenn' grann'"!. Provo con il mio dito a toccarli... si sentono duri, forti e... taglienti!!!

Lui scambia il mio dito per un ciuccio, e succhia e stringe... AHIA!!! Fanno proprio male! Sono pronti per poter affondare i cibi più solidi, sicuramente più gustosi delle pappine con il liofilizzato.

Mi sento una mommy orgogliosa, e molto curiosa. So che fra qualche giorno il suo viso, tenero e dolce (nonostante i pianti notturni...) cambierà aspetto.

Come sarà questo ometto mio?!? Sicuramente sarà buffo con i due dentini che spunteranno... eh sì stanno sbucando i due incisi inferiori... contemporaneamente. Come non capire i suoi pianti notturni, il suo nervosismo... noi ce lo siamo dimenticati... per fortuna lo dimenticherà anche lui quello che sta passando!!!

lunedì 23 maggio 2011

Viva la pappa pappa pappa

Ad Attiluccio piace la pappa... ad Attiluccio piace il lattuccio... ad Attiluccio piace mangiare! Per fortuna!!!

Sabato sera, organizziamo una pizza con la cugina V. Ovviamente Leo viene con me... dopo il concerto di Caparezza, non riesco a passare una serata con daddy senza Leo. La serata era piacevole. In pizzeria decidiamo di sistemarci in un tavolo all'aperto. In realtà il tavolo è fuori... fuori dal locale.

All'arrivo delle pizze Attiluccio ci guarda... il suo sguardo era mooooolto eloquente

"mhè... e io?!?"

Taglio il bordo dalla pizza di daddy (la mia era una semplice margherita... con salame piccante, formaggio piccante e olio santo... non era il caso di darla a bubi!!!). Do al piccolo un po' di crosta. Lui la guarda, la scruta, la gira... prova, sbattendola ripetutamente sul passeggino, a sentire se fa rumore. Poi, finalmente, assaggia il pezzo che gli ho dato. Lo ha ciucciato, gustato... al ragazzo piace la pizza!!!

Il ritorno

19:25 GMT+1 Wwm chiama base. Partenza avvenuta come da programmi. Bagagli caricati nella stiva della Ford. Cinture allacciate fino all'arrivo alla base casa.Carburante: autonomia 50km.

Prima tappa programmata: distributore per il rifornimento.

Entriamo in Basilicata, SS106 Jonica. Autonomia 25km. Daddy oltrepassa il primo distributore di Nova Siri. Una Q8. Daddy supera il secondo distributore di Nova Siri. Agip.

SS106 Jonica. Autonomia 21km. Daddy segnala la svolta a destra. Distributore Q8. Ad un certo punto, però, esclama "Mi fermo all'Agip più avanti".

ALL'AGIIIIIIP?!?

"Daddy... ma l'Agip si trova sull'altra corsia!!!"

Inizia l'avventura! L'indicatore di autonomia procede, inesorabilmente, nel suo countdown. Superiamo Scanzano... Stazione Esso sull'altra corsia. Non facciamo inversione... SICURAMENTE ci sarà un distributore più avanti...

SS106 Jonica. km 443 della SS106. Autonomia 0 km... daddy si ferma in una piazzola di sosta. E' in piena crisi. Bubi piange (non perchè siamo senza gasolio... semplicemente perchè ci siamo fermati).

Io, da super mommy, rido, rido, rido come da tanto non facevo. Sicuramente è una risata isterica... non c'è niente di divertente di rimanere senza carburante su una statale dove non si può chiedere aiuto a nessuno. Non c'è niente da ridere nel non sapere dove si trova il prossimo distributore. Daddy è nervoso. Si rolla una sigaretta e scende.

Perchè la situazione, paradossale già di suo, è resa ancora più assurda quando daddy mi guarda e mi chiede il cellulare... il suo è scarico... io ne ho due... uno deve, dico DEVE, funzionare... ma a Roseto, a casa di mamma, il segnale non prende. I telefonini sono in continua ricerca. La batteria è a terra dopo circa un'ora dal nostro arrivo. Io decido che, questa volta, è inutile ricaricarli... avrei rischiato di dimenticare un caricabatteria, un cellulare...

SS106 Jonica, km443. Fermi in una piazzola di sosta. Due adulti, un bambino, 3 cellulari scarichi. Ma mommy è una super mommy. Prende il suo fidatissimo netbook, che nemmeno 3 settimane fa l'aveva abbandonato, collega la nuova chiavetta USB. Per fortuna il segnale c'è. Il prossimo distributore è una Q8, al km 444. Solo 1km.

Daddy ha gli occhi speranzosi. Abbiamo camminato con autonomia 0 per un po'. Segnaliamo la nostra posizione disagevole con le 4 frecce e ci rimettiamo in marcia... come un'oasi nel pieno deserto vediamo la Q8.

Entriamo senza problemi e ci accostiamo alla colonnina del gasolio. Daddy scende e chiede il pieno. Il benzinaio lo guarda, ride :"Rimasto a secco eh?!?"

sabato 21 maggio 2011

On the road

11:50 GMT+1 Wwm chiama base. Siamo in arrivo in Calabria, chiediamo autorizzazione a planare su Roseto Capo Spulico! :D

Siamo partiti poco fa. Munita di una preziosissima connessione con chiavetta (che in Calabria non funziona...) aggiorno un po' il mio profilo facebook, controllo il meteo... nel frattempo, alloggiando sui sedili posteriori, con daddy che pare al gran premio di Monza, strade tipo quelle di Tripoli dopo i bombardamenti delle ultime settimane, ho lo stomaco sotto sopra... che faccio?!? Svomitazzo un po' sopra a daddy???

 

Le prime misure...

Oggi pomeriggio, dopo il lavoro, munita di metro, matita e foglio millimitrato, mi sono diretta verso quella che, fra qualche settimana sarà (forse) la nostra nuova casa. Mancavano solo le scarpe antinfortunistica e il caschetto il testa :D La signora che oggi occupa l'appartamento (che si trasferirà al piano inferiore... povera lei cosa dovrà sentire!!!) è stata gentile a farci prendere qualche misura qua e là.

Ci siamo assicurati che i nostri mobili non finissero in qualche garage o, peggio ancora, alla discarica. Al rientro, mentre daddy trovava le 1524 sistemazione per i mobili, la mia mente... volava... volava leggera leggera su tutti gli scaffali dell'Ikea :D

Come una bambina con i primi soldi, che qualche generoso parente ha regalato, non vedo l'ora di colorare la nuova casa. Pareti, tende, tappeti... bicchieri, piatti... fosse per me rinnoverei tutto. Casa nuova, colori nuovi!!!

Grazie Ikea!!!

venerdì 20 maggio 2011

Baby blues

A 6 mesi dalla nascita di Attiluccio posso ammettere al mondo, ma soprattutto a me, che ho sofferto (e forse ho ancora qualche strascico) della sindrome denominata "baby blues". E' una sindrome non proprio depressiva (non va curata con farmaci specifici) che colpisce buona parte delle donne subito dopo la gravidanza.

Se ripenso ai primi tempi della nostra vita a tre, molti ricordi si basano su crisi di pianto improvvisi, sensazione di inadeguatezza e, spesso, di distacco dal mio compagno. Con lui qualche problema era già emerso, ma cose per lo più superabili. Nei primi mesi da neo mamma, questo distacco a volte è sembrato più accentuato. Complice il mio aspetto, totalmente trasformato (25kg in 9 mesi!), mi sono trovata spesso a discutere animatamente con daddy... cosa alquanto insolita, visto che normalmente litigo da sola e sola faccio la pace.

In questo stato di apatia spesso mi sono sentita inadeguata sia come moglie, sia come madre. Non mi sentivo "Mommy" e mi sento in colpa... avrei potuto dare molte più attenzioni a quello scricciolo che tanto ho amato nei 9 mesi nel pancione.

Ancora oggi ci sono le giornate "no", quelle giornate in cui vorrei scappare e mollare tutti...

Il baby blues si supera, si combatte... io sono riuscita a riprendermi grazie al lavoro. Staccare per qualche ora, mi ha aiutato a rendere speciali le giornate con bubi e con daddy. A chi si trova in questa condizione, a chi sta per partorire, posso solo consigliare di non cementificarsi solo sul bambino e sulla famiglia, di trovare subito una cosa alternativa a cui pensare, anche poche ore alla settimana... che non sia fare la spesa, andare a comprare i vestitini al bambino o andare dal pediatra... Lo so che potrebbe sembrare cinico, poco materno questo pensiero... ma bisogna ritagliarsi un proprio spazio. Abbiamo avuto la fortuna di vivere per 9 mesi in totale simbiosi con il nostro bambino. Come lui avrà bisogno di essere libero di esprimersi, in tutte le forme possibili ad un bambino appena nato, anche noi neo mamme abbiamo il diritto/dovere di riprenderci la nostra indipendenza... non vorrei mai essere una mamma frustrata... perchè la frustrazione è una brutta bestia!!!

giovedì 19 maggio 2011

Vivere con mamma

Come già detto in altri post, sono tornata a vivere con mamma. O meglio... mamma è venuta a vivere con me. Questa nuova condizione, dopo più di 10 anni di indipendenza, ovviamente ha creato qualche disagio e incomprensione... e questo lo immaginavo... non potevo pretendere che lei si adattasse al nostro stile di vita, molto "all'ultimo secondo".

Poche erano le certezze di questa convivenza. Ero certa che lei avrebbe lavato e stirato tutti i giorni, anche se non c'era niente nel cesto dei panni sporchi, ero certa che avrebbe tenuto Attiluccio in braccio tutto il giorno e che lo avrebbe viziato. Quello che non mi sarei aspettata è diventare mamma di 3 "piccirilli"... perchè avere a che fare con Leo, daddy e mia madre... diventa ogni giorno più complicato.

Alla vigilia della carrambata di vivere tutti insieme appassionatamente, lo ammetto, ero felice non solo perchè io figlio non dovesse andare subito al nido, ma anche perchè mi sarei dovuta occupare un po' meno della cucina per daddy... povera illusa!!!

Al mio rientro dall'ufficio sto con bubi... me lo spupazzo un bel po'. E poi... inizia la pseudo sceneggiata napoletana. Mia madre non mangia a pranzo, non vuole mangiare a cena. Daddy se la prende con me perchè mia madre non mangia, non parla e sembra a disagio.

Io parlo con mia madre, le faccio capire che se è stanca (cosa che è molto comprensibile visto che tiene Attila tutto il giorno...) noi possiamo trovare un'altra soluzione. Apriti cielo... inzia il monologo su come lei ci tiene al bambino, che gli "estranei" non sarebbero così capaci...

Ok... tutti hanno ragione... ma vorrei che per una volta ci potessimo comportare come la classica famiglia da mulino bianco...

Topomobile in garage!!!

Non ci posso credere... gravidanza e parto sono niente in confronto all'acquisto del nuovo passeggino di Attiluccio!!!

Trovato a IoBimbo a Bari e comprato subito subito subito, prima che qualche altro imprevisto venisse a rompere il paniere!

Appena arrivati a casa (con notevole ritardo rispetto agli altri giorni) l'abbiamo montato subitisssimo, tipo bimbi con il giocattolo appena ricevuto in regalo. Leo stava dormendo... peccato avrebbe partecipato al montaggio :D

Appena sveglio gli abbiamo fatto vedere la Leomobile... si è fiondato dentro e non voleva più uscirne!!! Sarà che il vassoietto che ha davanti l'ha incuriosito in particolar modo.

Ora  parcheggiata nella stanzetta di Leo, pronta per essere usata!

Ieri pomeriggio avevo mandato daddy a comprare il lattuccio a IoBimbo, e ha fatto il primo giro di perlustrazione. Oggi pomeriggio, dopo l'ufficio, sono andata io. Mi accoglie la commessa, a cui chiedo di vedere "qualche passeggino".

  • Signora, le faccio vedere subito un bellisssssssimo passeggino in offerta della... FOPPAPEDRETTI

  • NOOOOOOOOOO

  • ...

  • ...

  • Signora... ma per caso suo marito è venuto ieri a vedere qualche passeggino?!?

mercoledì 18 maggio 2011

Work... in progress?!?

Ho ripreso a lavorare da poco più di due mesi. Sono in "allattamento" e, lavorando normalmente 8 ore al giorno, da lunedì (o lunedìmmerda...) al venerdì, il mio orario si riduce a 6 ore. Fino alla settimana scorsa potevo fare dalle 8 del mattino alle 14. Orario molto comodo per me, che in ogni caso mi sveglio alle 6, comodo anche per mia madre, in modo da avere il pomeriggio per "staccare" da Attiluccio (che diventa sempre più una "piccola canaglia").

Da lunedì (o lunedìmmerda...) le cose sono cambiate. L'orario lavorativo è sempre di 6 ore, ma dalle 9 alle 16... orario spezzato dalla pausa pranzo di un'ora.

Partendo dal presupposto che io la pausa pranzo non l'ho MAI fatta... a me questo orario spezzato mi pare proprio una fregatura... alla faccia della flessibilità!!! Mi è stato suggerito (leggi imposto) questo orario per andare a coprire una collega che sta per andare in maternità. Forse l'avrei accettato anche come "causa", ma le cose non tornano; non tornano perchè io sono dell'ufficio tecnico, la collega dell'amministrazione! Ora... cosa devo coprire come mansioni?!? Inizierò ad occuparmi della contabilità? (La cosa non mi sorprenderebbe se fosse vero...)

Comunqueeeeee... da lunedì vedo ancora meno il mio Attiluccio (o detto ultimamente Watt... per la potenza che sprigiona dalle sue piccole manine). Al mio rientro lui è già bello che nervoso; vuole mangiare, dormire, giocare... ovviamente contemporaneamente.

Poi vedo al pubblicità in tivi, mamme supersprint che si portano i pupi in ufficio, fanno la spesa, cucinano, puliscono casa... ma a loro la giornata dura 24 ore o hanno avuto il condono a 72?!?

lunedì 16 maggio 2011

La stupidità si moltiplica a dismisura. Si riproduce facilmente e si autofinanzia.

Un bel post sulla stupidità chiude in bellezza l'ennesimo lunedì nero (o lunedìmmerda come si suol dire...). Fino a qualche minuto fa pensavo ad un post sugli stronzi, sugli egoisti, ma in realtà certe persone non hanno tanta materia grigia... sono semplicemente stupidi, e da tali bisogna considerarli!

Stasera vorrei sfogarmi, gridare a questi esseri mononeurali di aprire gli occhi, spalancarli. Il mondo non è solo quello ad un palmo dal proprio naso. Ascoltare prima di pretendere di essere ascoltati, vedere prima di imporre la propria visione.

Oggi ho scoperto che la signora "So tutto IO" e il signor "So' er meglio" possono tranquillamente continuare a vivere nella loro buatta di marmellata.

Tutto ha iniziato poco più di un anno fa. Io e la "So tutto IO" abbiamo scoperto di essere incinte. Fino ad allora era una persona che credevo normale... credevo...

E' inziata una folle gara sulle competenze in campo ostetrico.

  • Nooooo l'episotomia maaaaaaai... non è naturale

  • Nooooo la donazione del cordone maaaaaaaai... il bambino soffre

  • Nooooo "qualsiasi cosa"... ma sei impazzita?!?


Va bene... ognuno ha le sue paure, passiamoci sopra. Anche io avevo le mie di paure, avevo un piccolo Alien che cresceva, che si faceva sentire, che si rotolava dentro il mio pancione... e chi non ha paura durante i 9 mesi?!?

Arriva il giorno del mio parto. Nonostante il travaglio "pesante" perchè non avevo dormito per diversi giorni, il mio parto lo posso definire da manuale. Dopo poche ore ero già in piedi con il mio Attiluccio in braccio. Non ho avuto nessun bisogno di una mano in ospedale. Sono stata autonoma dal primo giorno... per me è una grande soddisfazione.

La signora "So tutto IO" si è presentata in ospedale per prima. Prima di mia suocera. Prima dei miei cognati. Fra un po' prima di mio marito!!! Era lì in stanza. Io ero appena uscita dalla sala parto. Stavo bene, ma volevo solo stare con mio figlio. Io, mio figlio e mio marito. Il resto... è noia (chi ha partorito sa a cosa mi riferisco). Lei era di fronte al mio letto a farmi l'interrogatorio.

  • NOOOOOOOOOOOOO ti hanno fatto l'episiotomia?!?

  • NOOOOOOOOOOOOO hai donato il cordone?!?

  • MA HAI SOFFERTO?!?


Vabbene... l'ansia, la paura... come non capirla?!?

Purtroppo alla nascita di mio figlio è seguita una perdita molto importante per me. Dopo 3 settimane dal parto è venuto a mancare mio padre. Evento di cui, a distanza di 6 mesi, ancora non riesco a parlarne. Non nascondo che sono molto cambiata in questi 6 mesi. Ho passato un mese a casa di mia madre, con un bimbo piccolo e un marito lontano. Ho passato le settimane rimanenti della maternità a chiedermi cosa avrei potuto fare per salvarlo. Ho passato i mesi successivi con la paura di non riuscire ad amare mio figlio.

Sto cercando piano piano a riprendermi la mia vita, non per me... ma per Attiluccio. Ho ripreso a chiamare i miei vecchi amici. Ho ripreso a sorridere.

La signora "So tutto IO" per fortuna non sa quello che ho passato... ma ha la presunzione, o meglio la stupidità, di venire a criticare i comportamenti della mia famiglia. Perchè? Perchè non siamo andati a trovarla al parto. Perchè non siamo andati a vedere la nuova casa. Perchè non ha potuto mostrare quanto loro siano dei bravi genitori.

Mi dispiace. Mi dispiace di aver perso tempo con loro. Avrei potuto occupare quelle ore a giocare a burraco.

domenica 15 maggio 2011

La nuova topomobile

Ho già raccontato la nostra disavventura con il trio della Foppapedretti. Ora è il turno del passeggino. Un disastro... pesante, non maneggevole, inverosimilmente ingombrante. Abbiamo quindi deciso di cambiarlo, di trovarne uno più adatto alle nostre esigenze. Il passeggino il mezzo di trasporto di mio figlio chissà per quanto tempo. Deve essere comodo per lui, deve essere pratico per noi!

Deve essere sfoderabile, per finire in lavatrice; deve avere la posizione nanna, per i sonnellini mentre siamo a passeggio. E deve essere anche un po' fashion!

Dopo tante ricerche, ieri mattina andiamo a prenderlo. L'avevamo già adocchiato, ma, per evitare di commettere errori dovuti alla fretta, abbiamo valutato, e valatuto e valutato.

Alla fine abbiamo deciso per il passeggino della Peg Perego modello Aria, colore rosso! Bello!!!

Ieri mattina sveglia alle 7:30 (non ho ancora insegnato ad Attiluccio che il sabato e la domenica mommy e daddy devono dormire!), colazione... pronti per andare a comprare la nuova topomobile!!!

Arriviamo alla Prenatal dell'Auchan di Casamassima poco dopo l'apertura. Entriamo e le commesse allegramente mi salutano (sono settimane che vado per spulciare tutti i passeggini... e mi sfogo per la fregatura sulla foppapedretti...).

Lo guardiamo, osserviamo, ennesime prove di chiusura, trasporto... sì lo prendiamo. Chiamo la commessa.

  • Ciao commessa, voglio proprio questo, ho deciso. Da oggi non mi vedete più per i passeggini... contente?!?

  • Ah ah ah colore?!?

  • Rosso!!!!

  • Lo vado a prendere dal magazzino


...

  • Ehmmmm mi dispiace ma non ce ne sono più... lo ordiniamo?!? Ci vogliono 10/15 giorni lavorativi per l'arrivo, bla bla bla


Ce ne siamo andati senza ordinarlo... non ci posso credere ORA che avevamo deciso!!!

sabato 14 maggio 2011

and the winner is...

Finalmente! Sono riuscita a riesumare il mio netbook! O meglio... sono riuscita a dedicare qualche ora a risolvere un problema familiare...

In casa, non avere un pc, stava diventando un dramma... in casa ci sono più pc che persone... ma... uno è un fisso, che nessuno vuole usare perchè implicherebbe smollare le chiappe dal divano. Fuori uno!

Un portatile fa i capricci. A volte si accende, altre volte ti lascia a metà e si spegne. Altre volte, basta che mi avvicino si blocca. Sì io ho un portatile che mi odia (è il portatile di mio marito... capito?!?).

Poi c'è il piccolino, il netbook, che ci hanno regalato i miei colleghi per il matrimonio. Piccolo, manegevole, si presta ad essere usato in tutti i luoghi ( ;) ); compagno di 1000 avventure, lo portiamo ovunque. Indistruttibile... fino ad una settimana fa. Vediamo come reagisce al nuovo Sistema operativo che gli ho montato...

Infine c'è il mio amore, il MIO portatile, quello dell'anteguerra. Grosso, pesante, un piccolo trattore che macina MB. Mi ha accompagnato nelle principali tappe degli ultimi 8 anni. La laurea, il primo curriculum vitae, il primo lavoro... le mail che mi scrivevo con il mio futuro marito, il matrimonio... fino alla nascita del mio Attiluccio. Lui c'è sempre. Ha solo 2 difetti... ha la batteria che ormai è inesistente... e non è wireless (vedi pc fisso...).

Risolto questo "dramma" familiare... posso finalmente dedicarmi al mio blog!!!

Sono tornata :D

martedì 10 maggio 2011

Piccoli inconvenienti... continuano...

Ricapitoliamo...

Dopo un week-end di sole e mare (spero presto un bel post!), si ritorna alla routine settimanale. Il lunedì (che d'ora in poi sarà denominato "lunedìmmerda") ci da il buon giorno e ci augura una felice settimana.

1)    Il netbook, invidioso del week-end a mare, decide di prendersi una pausa. Per la precisione, un file di sistema vuole andare in vacanza, rilassarsi. Così saluta tutti i suoi amici e parenti files, baci e abbracci e parte.

2)   Avendo avuto una 3 giorni di sole... il lunedìmmerda ci accoglie con una bella pioggia, un po' di vento (giusto per aggiustarci i capelli) e, per prevenire scottature da primo sole, un calo delle temperature (che non guasta mai). In una atmosfera un po' novembrina, in perfetto orario per andare in ufficio, mi metto in macchina... ma... la batteria, stanca del viaggio in Calabria, decide di buttarsi giù... depressione totale! Grazie al vicino di casa (che non so perchè ma non è mai alto, muscoloso, occhi biondi e capelli azzurri) riusciamo a doparla. Somministrati 10cc di antidepressivo, la batteria torna di nuovo allegra e spensierata. Si può andare a lavoro!

3)   Il lunedìmmerda lavorativo è sempre molto lento... ma trovi sempre CHI (o un cliente, o un collega, o il giardiniere...) è iperattivo alle 7 del mattino. CHI ha la capacità di svolgere 1524 mansioni, a programmare i prossimi 15 anni lavorativi. CHI ha sempre la risposta a tutto, CHI fa sempre tutto giusto, CHI è sempre un passo avanti a te. Di lunedìmmerda CHI non lo sopporti molto... ma vaff... CHI!!!

4)    In ufficio non rispondo mai al telefono mio personalissimo, in quanto di mia proprietà. Ma quando la chiamata è di mamma... come faccio a non rispondere?!?

 

  • Ciao sono io...

  • Ciao Ma... lo so dimmi, che è successo?!?

  • NO NIEEEEENTE... Attiluccio sta bene...

  • ma... (c'è sempre un MA)

  • NO NIEEEEEENTE, era nel letto e stava piangendo...

  • EEEEEEE....

  • NO NIEEEEENTE stavo facendo il caffè...

  • ...

  • ... e per andare dal bambino...

  • ...

  • ... ho appoggiato la caffettiera sul top... si è TUTTO ROVINATO


5)    Dopo le mie belle 6 ore in ufficio, lottando con i vari CHI, finalmente si torna a casa. Entro in macchina e provo a vedere se la batteria ha avuto una ricaduta depresso-sociologica. BRRRRRRRUUUUUM! GOOOD! Retromarcia. Retromarcia... marcia retro BOOOOOOM! Prendo in pieno l'auto della mia collega... prima botta dopo 14 anni di guida!

6)    A casa. Attila piange. Mamma isterica. Io... stanca... Posiziono lettore CD/DVD per sistemare il netbook. Devo, però, prima salvare TUTTE le foto e i video del matrimonio, ma, soprattutto, del bambino (perchè da brava ingegnere informatico non ho mai fatto un backup). Prendo il CD di Knoppix Live. Ce ne sono 2... provo il primo. Non mi fa creare cartelle, non mi fa spostare file... non mi fa fare niente...  Ok prendo il secondo... non si avvia SGRUNT! Passo il pomeriggio alla ricerca on line di una nuova versione live di linux... EDDAIIIIII!

Lunedìmmerda sembra terminato... mi tocca solo andare a dormire!

lunedì 9 maggio 2011

Problemi tecnici...

Ok... la giornata non è iniziata nei migliori dei modi. Netbook fuori uso per un problema al sistema operativo, auto che mi stava lasciando allegramente sotto la pioggia!!!

Speriamo di risolvere questi inconvenienti, tipici del lunedì mattina piovoso... ho tante cose da scrivere!!!

 

domenica 8 maggio 2011

venerdì 6 maggio 2011

Cresci "A MAMMA"!!!

Ieri controllo mensile dalla pediatra! Alla vigilia del 6° mese, il mio Attiluccio cresce cresce...

Allora... 7,9kg per 65cm di lunghezza!

Non è un Gigante, ma si vede che la pappa che amorevolmente gli prepara la nonna gli fa bene!

 

mercoledì 4 maggio 2011

La mia arte culinaria

A volte mi stupisco da sola... Sto poco ai fornelli, lo ammetto, però ci sono giorni che ho necessità di cucinare, di esprimere la mia arte in cucina, molto spesso repressa :D
Sono andata via di casa all'età di 18 anni, per studiare a Bari. Fino a quel momento non sapevo nemmeno fare un uovo fritto... e qualcosa ne sa il mio fidanzatino dell'epoca (lo chiamava amorevolmente "uovo di plastica").
Mia madre ha sempre ritenuto i fornelli il suo regno, a cui nessuno poteva aver accesso. Ero la classica ragazzina viziata, alla quale veniva negata ogni possibilità di sporcarsi le mani nelle faccende di casa (ovviamente... mio padre era molto contrariato da questa situazione). Quando, però, andai a vivere lontana da casa, con altre ragazze imbranate e alle prime esperienze (vivevo da matricola... con altre matricole...) lo spirito di sopravvivenza si fece avanti. Non potevo nutrirmi solo di piadine con philadelphia e pancetta!!!
Iniziai a sperimentare nuove forme di cibi commestibili (e non...) fino a diventare una brava cuoca.
La mia specialità erano le torte salate, focacce, la pasta... poco pratica e attenta sui dolci. Un po' perchè non ne mangiavo molti (all'epoca...) un po' perchè necessitano di più precisione e dedizione.
Lo scorso week-end... ho superato me stessa!!!
Sabato ho preparato una fantastica torta di carote, mentre domenica una sublime torta al limone. Ora... se fossi stata più attenta e precisa, avrei riportato le ricette... ma ovviamente non so dove le ho nascoste!!!

Vi lascio però gli ingredienti della pasta che ho preparato stasera. Avendo inventato di sana pianta la ricetta (pregio che ho acquisito negli anni dell'università...) non ha un nome, un titolo... chiamamoli "Ravioli sciuscià" :D

Ingredienti per 3 persone (adulti che stasera hanno fatto da cavia):

  • 500gr di ravioli alla zucca;

  • 50gr di burro;

  • uno spicchio di aglio;

  • 100gr di pancetta coppata a dadini;

  • rosmarino.


Sciogliere il burro in un tegame. Aggiungere l'aglio e farlo rosolare. Togliere l'aglio e aggiungere la pancetta e il rosmarino.

Cuocere i ravioli, scolarli e farli saltare nel papocchio preparato precedentemente.

Servire caldi, con una spolverata di grana grattuggiato.

Abbinare un vino bianco, possibilmente frizzante.

Buon appetito!

Io, papo, Attiluccio e... la musica

La casa dove abitiamo attualmente (ancora per poco ;) ) è grande... diciamo troppo grande... inverosimilmente immensa per una piccola famiglia appena creata. Essendo in affitto, quando l'abbiamo arredata, abbiamo deciso di comprare pochi mobili e di inventarci un arredamento che esprimesse le nostre passioni.
Il salone è la stanza più grande. Dopo aver ricevuto in prestito divano e poltrone, aver sistemato una libreria ikea (GRAZIE DI ESISTERE!) e comprato una madia per la tivi... avanzavano ancora parecchi metriquadri...
Ci siamo così inventati l'angolo della musica. Abbiamo piazzato batteria, chitarra, jumbe e piccoli strumenti su un tappeto. Appena si entra in casa, domina il caminetto posto di fronte l'ingresso... ma con la coda dell'occhio, a sinistra... brilla la Premier APK, in cassa bianca e cromature in acciaio (chissà se questa descrizione piacerebbe a mio marito :D).
Un po' defilata si erge (ah ah ah) la mia fantastica acustica Ibanez nera.
Sì... quando abbiamo arredato questo angolino siamo stati VERAMETE spocchiosi :)

Ad Attiluccio questo angolo in chiave di Sol piace molto. Spesso lo portiamo con noi dietro alla batteria. Mio marito gli fa sentire il suono dei tom e del rullante, dei piatti e del charleston...
La musica in casa non è mai mancata e, speriamo, che anche patato sia un amante delle sette note... al momento cerca di imitare il padre, sbattendo le manine su qualsiasi oggetto.

martedì 3 maggio 2011

Secondo Vaccino

Ieri Ercolino è stato sottoposto alla tortura del secondo vaccino... una tragedia!
Dopo diverse settimane, che abbiamo combattuto tra raffreddore, febbre, febbricola e pianti inspiegabili notturni... ci mancava soltanto questa sofferenza per Leo.
Quando la dottoressa ha conficcato l'ago nelle sue coscette, il suo viso si è riempito di lacrime, è diventato paonazzo per il dolore... povero amore mio!
Ciliegina sulla torta?!? In serata è comparsa la febbre. Normale no?!?
Sarà che è una cosa che si "deve" fare, sarà che bisogna farla perchè fa "Bene" in futuro (?!? io non ci credo molto...), ma io questi vaccini non li sopporto proprio!
Costringerli a star male per il loro bene... è un paradosso che non riesco proprio a comprendere.
Ora ha ancora la febbre... non molto alta (il termometro segna 37,6°C).
Ha le guanciotte rosso fuoco...

domenica 1 maggio 2011

mercoledì 27 aprile 2011

Per fortuna è maschio...

Quando ho scoperto di essere incinta, non ho mai avuto dubbi sul sesso del cucciolo che portavo nel pancino. E' un ometto!
Nonostante i numerosi esperti nel settore di pancioni materni mi dicessero il contrario, ho mantenuto la mia convinzione, fino ad ottenere la certezza.
La teoria più stravagante del sesso dei bambini, si basa sulla forma a punta o tonda della pancia.
Per settimane ho visto i miei amici, parenti e colleghi, scrutare la mia panciona per decifrarne il contenuto. Tutti, dico TUTTI, concludevano che il mio fagiolino era una fagiolina...
:P AVEVO RAGIONE IO!!!
E oggi aggiungo... meno male!
Non perchè io non voglia una bambina... ma per una questione prettamente cromatica.
Non sono ancora pronta.
Perché si impone il rosa per le femminucce???
Non ho niente in contrario al rosa, in tutte le sue sfumature (nel mio armadio ho una sciarpa rosa e una maglia...) ma perchè se ne fa un abuso ECCESSIVO.

Ma ancora di più si abusa, negli ultimi anni, di Hello Kitty...

Non ce la faccio più di questo gattino, pure un po' sfigato, che viene sbattuto in tutte le vetrine di abbigliamento, di giocattoli, di ninnoli... anche la carta igienica... NOOOOO!!!

Per fortuna è maschio... ma cosa mi aspetta fra qualche anno?!?

Gormiti? Power Ranger? Mostri puzzolenti?
Cosa girerà per casa quando il mio ometto tutto speciale avrà le sue pretese???


Buona Pasqua!

Bhè in notevole ritardo... che dire?!? Una volta non ero così!!!
Il mio bagarospo ha festeggiato in Calabria la sua prima Pasqua. Mamma, papà e la nonna monella (mia madre :D) gli hanno comprato l'uovo di Pasqua... a BIMBO ovviamente!!!
Che uovo?!? Ovviamente l'uovo dei Simpson ;)
Si è divertito a giocare con la carta, meno con la sorpresa.
[gallery]

martedì 19 aprile 2011

"Bonus bebè"... politiche non proprio familiari!

Quando è in arrivo un cucciolo, dopo i festeggiamenti e l'entusiasmo per la scoperta, la famiglia media italiana un po' di conti inizia a farseli. Perchè, soprattutto se è il primo figlio in arrivo, le cose da acquistare (utili o no...) sono tante. Chi è fortunato riesce a farsi prestare qualcosa (carrozzino, monitor, scalda-biberon...).
Alcuni si affidano a catene di negozi che mettono su, in poco più di un'ora, una bella lista nascita, nella speranza che amici e parenti possano contribuire a qualche spesuccia.
Poco prima della nascita, il nascituro ha già una pupomobile, un lettino, la sua vaschetta, tanti prodotti profumati, olii per massaggi, un corredino principesco...
Alla nascita iniziano le spese di pannolini, latte artificiale per alcuni, salviettine, bavette (che non sono mai poche), vestitini, tutine, scarpine, giubottini...
Insomma... le uscite iniziano a diventare tante... da non riuscire ad essere programmate (almeno io non riesco a programmarle!).
In aiuto delle famiglie italiane, da qualche anno, è stato introdotto un "bonus", con lo scopo, appunto, di sopperire a quelle spese legate al bimbo in arrivo.
Il primo bonus bebè risale al 2005 e consisteva in un contributo a fondo perduto erogato dallo Stato di €1.000,00 a neonato (per redditi inferiori ad un certo tetto).
Nel 2008 le cose iniziano a cambiare.
Il bonus bebè viene erogato fino a €5.000,00!!! Ma le cose non sono più semplici e lineari come lo erano all'inizio.
Sì... perchè questo bonus, in realtà NON è un bonus, ma un prestito che viene erogato alle famiglie da istituti di credito convenzionati con lo Stato.
E non è nemmeno un prestito a tasso del 0%... viene indicato che è a tasso AGEVOLATO nella misura del 4,8%.
Ora... ragioniamo un po'... se io sono la mamma di un neonato, e verso in condizioni non proprio felici economicamente (magari ho un mutuo, un prestito, l'affitto...) che faccio?!? Mi indebito ulteriormente?!?

Perchè questa mi sembra proprio una bella presa in giro, per tutte le famiglie italiane, per tutte le donne che non hanno voluto rinunciare alla maternità.

Perchè con le leggi attuali, con i contratti collettivi che vengono applicati, con i bassi salari che ci troviamo grazie a scarsa contrattazione economica tra sindacati ed impresa... in queste condizioni noi mamme, noi neo famiglie, non siamo tutelati da nessuno!

E quando leggo frasi del tipo 'Poiche' vantiamo una cultura che predilige l'amore e rifiuta l'invidia e l'odio cerchiamo di essere un governo amico delle donne e soprattutto delle mamme'  mi chiedo se essere presi in giro ricade nell'amore, nell'amicizia con le donne... e con le mamme


Per le Mommy piemontesi: vi potrebbe interessare l'articolo sui Bonus della Regione Piemonte

venerdì 15 aprile 2011

Nuovi arrivi!

Due coppie di amici, in questi giorni, mi hanno detto che le loro esistenze saranno sconvolte dall'arrivo di pupotti.
Il primo è stato un mio amico, forse il mio migliore amico (per fortuna lui non legge questo blog... altrimenti si monterebbe la testa!!!).
Il secondo arrivo mi è stato appena raccontato dalla mia amica barese-fiorentina (ved' d' tornart'n a BAAAAAR'!!!)

Che dire... in bocca al lupo amici miei!!!

Prove tecniche di Trasmissione...

Settimana lunga e dura che volge finalmente al termine, sperando che questo week-end possa essere migliore... anche se le premesse non sono delle migliori!!!
Attiluccio ha avuto la febbre per 4 giorni, ma la malata sembravo io!!! Mia madre è partita proprio quando lui si è ammalato.
Ora sta decisamente meglio... strilla in continuazione!!! Emette quei gridolini ad alte frequenze, che si rende riconoscibile a chilometri da casa!!!
E' iniziata anche la lallazione. Anche se sembra strano... dice Mmmmommma!
E' forte perchè le prove le fa quando "nessuno lo vede"... ovvero quando sta nel suo lettino alle 5 del mattino (lettino che ovviamente è accanto al mio lettone!!!).
Poi mi alzo, lo guardo e lui si tira le coperte sul viso... non è stato lui!!!

lunedì 11 aprile 2011

Metti un week-end d'aprile...

09 aprile 2011 Un sabato caldo, di inizio estate. Ore 07:30 sveglia, colazione e partenza. Si parte per il mare, in Calabria. La spiaggia di ciottoli mi ricorda i pomeriggi estivi da bambina, quando si stava in riva al mare a buttare i sassi a mare. Lo farà anche Attiluccio?!?
Posiziono l'asciugamano, tolgo le scarpine e le calze. Lui guarda, da sotto il suo cappello alla pescatore, incuriosito le onde che si infrangono. Ride ad ogni scroscio. Anche noi rimaniamo a piedi nudi, rimbocchiamo i pantaloni e entriamo in acqua.
Fredda e frizzante ci rende più curiosi nell'immaginare l'espressione di Leo quando conoscerà il mare.
Che altro aspettare?!?
Mio marito prende il bambino e lo porta verso la battigia. Piano piano si accovaccia. Ecco... l'incontro tra Leo e il mare!
Lui appare divertito, anche se l'acqua è fredda e tira su le gambette. Con un po' di coraggio ci riprova. Qualche secondo in più, e tira di nuovo le gambe.
Con sguardo da birbante ci scruta, ci ride e... squash squash squah!!! Batte velocemente i piedi, così forte da bagnarsi completamente!!!


Ecco... questo è quello che avrei dovuto scrivere... il resoconto di una bella giornata a mare, con papo e il mio ometto tutto speciale...
Purtroppo i programmi sono andati in maniera molto differente...

09 aprile 2011 Un sabato caldo, di inizio estate. Ore 06:00 sveglia. Sento il bambino che si muove nel suo lettino. Alzo le spalle e lo vedo con gli occhi sgranati. Mi sorride.
Ha il viso rosso, rosso intenso... Misuro la temperatura... 39°C.

giovedì 7 aprile 2011

Complimese... +5!!!

Il mio ometto tutto speciale oggi compie 5 mesi! Come passa velocemente il tempo... a volte ho la sensazione che non riesco a cogliere tutti i suoi momenti importanti.

Ti amo cuccioletto mio!

martedì 5 aprile 2011

Mamma calabrese?!?

Da poco ho compiuto 32 anni e, per i primi 31, ho sempre sostenuto teorie "alternative" per la crescita e l'educazione dei bambini. Le classiche fobie delle neomamme le trovavo ridicole e "ansiogene". Il pensiero più frequente era "IO non sarò MAI così!!!".

Perchè... non si può entrare in crisi per un nasino un po' chiuso; non si può essere isterici se non ha mangiato tutta la pappa; non si può avere una crisi di identità se tuo figlio piange; non si può perdere 15 anni di vita se il tuo cucciolo d'uomo fa un colpetto di tosse...

A quasi 5 mesi dal mio status di Mommy mi posso ritenere soddisfatta del mio livello di determinazione nel perseguire le mie convinzioni; perchè non sono come le "altre" neomamme. Assolutamente no... IO SONO PEGGIO!!!

A questa realizzazione di me stessa ci sono arrivata in queste ultime settimane, da quando ho ripreso a lavorare. La mia preoccupazione principale è il cibo... come la migliore mamma calabrese (vedi Fiore Calabro - 610 Radio2). Per anni ho criticato mia madre che proponeva piatti spaventosi, ricchi di grassi; che appena svegli ci chiedeva "cosa preparo per pranzo e/o cena?"; che, quando ero a dieta, preparava 1524 delizie e, con gli occhioni dolci, mi diceva "poco poco devi assaggiare!".

Io chiamo a casa, nelle 7 ore che sto fuori, almeno 4/5 volte... e la chiamata si articola più o meno così:

Ma' tutto ok?!? E Leo?!? HA MANGIATO?!? E QUANTO HA MANGIATO???

Ok... il mio DNA è al 100% calabrese (almeno per mio figlio...)

sabato 2 aprile 2011

La ricerca della casa

La decisione di tornare a vivere in città implica, ovviamente :D mettersi alla ricerca di una casa. Non tanto grande, come quella dove abitiamo ora, per risparmiare qualche soldino, nè tanto piccola, tenendo conto che per un po' mia madre abiterà con noi.

Siamo partiti bene. Abbiamo visto un appartamento in pieno centro a Bari. Nel quartiere più incasinato della città. Casetta piccola, carina, accogliente. Sopra l'ufficio di mio marito. Unico inconveniente sarebbe il parcheggio.

Prezzo interessante. Ok! Ci siamo alla prima botta ;)

Rientra mio marito da lavoro... viso incazzato... cioè?!? Ha avuto una "piccola" discussione con il proprietario della nuova "nostra" casa... cioè... con il proprietario dell'appartamento che avremmo dovuto prendere, ma che, come si può immaginare, non ci vedrà abitare.

Troppo bello se al primo colpo si trovava la giusta soluzione!!!

Oggi pomeriggio troviamo un altro contatto. Approfittando anche della bella giornata, andiamo a vederlo. L'appartamento è bello, su questo non si discute! Le camere sono grandi, i balconi sono abitabili. Il complesso è stato terminato l'anno scorso. E' a 5 minuti dal mio ufficio.

Peccato che con il prezzo non ci stiamo... in realtà non ci stiamo di poco; €100 in più o in meno... aaaaaaaaah indecisione!!!

Nel frattempo ho "sgunziagliato" una mia cara amica, che ha lavorato nel settore immobiliare. Che stress... e stiamo cercando per un affitto!!! Non riesco ad immaginare cosa combinerò quando (chissà quando...) decideremo di acquistare!!!

Per la nostra gita in città ci siamo portati anche Attiluccio, lasciando mia madre finalmente a riposarsi. Nonostante non fosse stato direttamente sotto al sole, stasera l'ho trovato con le guance rosso fuoco! Misuro la temperatura e... 37,4°C E NOOOOOOOO!!!

Vado alla sanitaria per comprare un termometro auricolare, come quello dell'ospedale. Il modello che ho acquistato misura la temperatura sia all'orecchio, sia alla fronte. La temperatura è al di sotto dei 37°C... si sarà stressato anche il mio ometto?!?

La prima pappa

Oggi il mio ometto tutto speciale entra nel mondo dei "grandi". Oggi iniziamo con la prima pappa!!!
E svezzamento sia!!!
Il menù per la prima settimana prevede un brodino vegetale con crema di riso, oppure mais+tapioca o, in alternativa, pastina aglutinata.
Se per la crema di riso e mais+tapioca non ho trovato difficoltà a trovare nei supermercati... la pastina aglutinata è introvabile!
Ho controllato le pastine di tutte le marche... ma tutte hanno la dicitura "contiene glutine". Continuerò la ricerca!!!
Il brodino l'ho preparato con:

  • 50gr di carota;

  • 50gr di patata;

  • 50gr di zucchina.


Tutto in mezzo litro di acqua. Cottura a fuoco bassa per circa 2 ore.  Tutto filtrato in un colino a trama stretta. Infine, si versa a pioggia 15gr di crema di riso (o mais+tapioca) in 200ml di brodo.

E dopo la pappa?!? Un po' di frutta (mela o pera). Ecco... detto così sembra facile... chissà che combinerà.

Al momento, qunado ci avviciamo al pentolino inzia a leccarsi le labbra.

giovedì 31 marzo 2011

Non è "Buongiorno!" senza...

Quando ho ripreso a lavorare, sapevo che quei piccoli gesti "automatici", di routine avrebbero di nuovo fatto parte della mia giornata. Poche cose, fesserie insomma, che però, durante il periodo di maternità, mi sono mancati. Piccoli "rituali" che mi permettevano di tirare avanti tutta la giornata, possibilmente con un bel sorriso e un po' di allegria, e senza i quali... qualcosa andava storto sicuramente!

Ma c'è una cosa che, in assoluto, mi mette allegria per iniziare la giornata... non è una buona giornata se il "Buongiorno" non mi viene dato dal Ruggito del Coniglio!!!

Con Antonello Dose e Marco Presta su Radio2 ;)

Certo... ora Antonello e Marco hanno una bella concorrenza... gli occhioni di Attiluccio la mattina, il suo sorriso appena sveglio... le barzellette non me le racconta (in compenso si diverte a farmi svegliare la mattina alle 4 per il lattuccio :D)
ma mi fa sentire importante.
Non è "Buongiorno!" senza... senza il buongiorno del mio ometto tutto speciale!!!

martedì 29 marzo 2011

Bubi 1 Raffreddore 0

Dopo più di 10 giorni... finalmente abbiamo sconfitto il primo raffreddore! E' stata dura... ma ce l'abbiamo fatta, grazie all'intervento di antibiotico e cortisone e lavaggi nasali ma soprattutto... delle coccole della sua mammina preferita :D!

Così al controllo la pediatra ha riscontrato che attiluccio si è perfettamente ripreso. Già che ci siamo... controllo di peso e altezza. In 3 settimane è cresciuto di 400gr (7kg!!!) ed è più lungo di 3cm (63,5cm!!!).

E fra qualche giorno si inzia con lo svezzamento ;)